Puzzle Lino Banfi e Pamela Prati in La Moglie in Bianco

La Moglie in Bianco

Puzzle Lino Banfi e Pamela Prati in La Moglie in Bianco. Ecco ancora in nostro idolo, con la bellissima Pamela Prati, nella  commedia al’Italiana  La Moglie in Bianco … l’amante al pepe. 

 

 

 

 

Storia dei Puzzle

Nel 1760, un cartografo di londra  John Spilsbury, realizzati dipingendo il soggetto su una tavola di legno e ritagliandolo successivamente in piccoli pezzi per mezzo di un seghetto.

Importante e la precisione nel tagliare i pezzi, per evitare che ce ne fossero due uguali, e rendere difficile la loro collocazione. E per questo che esistono tanti tipi di puzzle, di tutte le dimensioni, con diversi numeri di pezzi, a secondo della loro difficoltà.

I soggetti disponibili sono di vari modelli. I più diffusi sono Quelli che rappresentano i  panorami, e le riproduzioni di dipinti famosi o disegni di vario genere. Ultimamente grazie alle nuove tecnologie, è possibile far realizzare puzzle partendo da un’immagine di propria produzione. Usando anche le proprie foto personali. Un’altra variante sono i puzzle tridimensionali o 3D nei quali bisogna ricostruire una forma solida, spesso la riproduzione di un palazzo o un monumento famoso, componendo fra loro nel giusto ordine un gran numero di pezzi, realizzati generalmente in materia plastica.

Puzzle Lino Banfi e Pamela Prati in La Moglie in Bianco. Sono rompicapo costituiscono un genere unico di videogiochi, che sono divertenti  completare il  puzzle. I tipi di puzzle possono testare molte abilità  tra cui la logica, riconoscimento di pattern, risoluzione di sequenze e completamento di parole. Il giocatore può avere un tempo illimitato, o infiniti tentativi per risolvere un enigma. Ma  può esserci un limite di tempo, o possono essere resi difficili. I puzzle più semplici dovendoli completare in tempo reale, come in Tetris.

 

 

L’arte è fatta per disturbare, la scienza per rassicurare.